World Traveller, piccole news dal mondo, Alessandro Delfiore, viaggiatore, news turistiche World Traveller, piccole news dal mondo, Alessandro Delfiore, viaggiatore, news turistiche worldtraveller | World Traveller, Viaggiatore del mondo, Alessandro Delfiore | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

worldtraveller Viaggiando per il mondo
Galicia
post pubblicato in España, il 18 marzo 2012
La Galizia - Galicia in castigliano - è una terra magica situata nell'estremo nord-ovest della Penisola Iberica. E' una terra ancestrale di druidi e di celti, inondata della magia del Camino de Santiago, per cui genti sia dal Nord dell'Europa che dalla Francia e dall'Italia arrivavano a Santiago de Compostela dal cammino francese o dal Sud di Spagna e Portogallo attraverso il cammino portoghese.
E' il turismo religioso, il cardine di questa Regione, anche se il Cammino è ormai anche un itinerario naturalistico, storico, di riscoperta di sè stessi e del tempo della natura, da fare a piedi, in bici o in auto e scoprendo altre splendide citta' della Regione e del Nord della Spagna.
E' quindi il Cammino di Santiago l'attrazione turistica piu' importante, con il Cammino che arriva fino alla Catedral de Santiago, splendida, maestosa, gotica, e termina con un abbraccio a Santiago, dopo essere stati zittiti nella Cattedrale se si chiacchiera invece di pregare.
E in tutta la Regione, andrete alla ricerca di croci disseminate lungo le coste, chiesette abbandonate dedicate a Santiago, il mare che si unisce all'architettura marittima, a volte confondendosi se si è in Spagna, in Portogallo oppure in Irlanda.
A Santiago troverete inoltre una specialita' della zona: la Galizia è la prima Regione spagnola per pesca, e si pescano crostacei molto particolari come le ostriche, le zamburiñas, le vieiras, i berberechos, i centollos, i percebes, le cozze e i gamberi. La cucina gallega è quindi molto famosa in Spagna con piatti come la empanada galega, le vieiras a la plancha, la caldeirada de pescado.
Il sapore dei piatti della Galizia è molto delicato, il prezzo non è mai eccessivo e le porzioni abbondanti. I pellegrini esausti da km di camminate, possono mangiare ricchi menu di pesce,  rinfocillandosi con i vini della Regione, i bianchi albariño e ribeiro, prodotto nelle rias galegas.
Un altro itinerario è quindi quello naturalistico, visitando i porti piu' belli delle rias baixas e delle rias altas come Cambados, Betanzos, Noia, O Grove, la Isola della Toxa senza perdersi le grandi città come La Coruña e Vigo. Nell'itinerario naturalistico, tappa fondamentale è la visita alle Isole Cies, isole a mezzora in barca da Vigo, battute dai venti dell'Atlantico, dalle onde, e in cui si possono vedere incredibili voli dei gabbiani che si lasciano trasportare dal vento, lasciandosi cullare nell'aria.
Alla sera nelle isole Cies, è straordinario vedere come stormi di uccelli planino nell'aria senza muovere le ali e lasciandosi trasportare dalle correnti. E' poetico, romantico, come il tramonto a Finisterrae, la fine della terra per gli antichi e ultima tappa del Cammino di Santiago per gli instancabili pellegrni.
Dopo avervi fatto aprire le ostriche a Vigo, avere visitato la Torre di Hercules a La Coruña e avere mangiato ogni tipo di pesce e carne possibile, potrete tornare a casa vostra, portando nel cuore il ricordo di un viaggio indimenticabile dopo avere ascoltato una lingua a meta' tra portoghese e spagnolo e avere conosciuto gente semplice e di parola.
Sfoglia agosto        aprile