World Traveller, piccole news dal mondo, Alessandro Delfiore, viaggiatore, news turistiche Rotterdam: il porto d'Europa tra moschea, biciclette, calcio e grattacieli | worldtraveller | World Traveller, Viaggiatore del mondo, Alessandro Delfiore | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

worldtraveller Viaggiando per il mondo
Rotterdam: il porto d'Europa tra moschea, biciclette, calcio e grattacieli
post pubblicato in Netherlands, il 7 dicembre 2013
L'Olanda è conosciuta nel mondo per la sua grande libertà: la tolleranza verso il consumo di droghe leggere, l'industria della discoteca e del divertimento, i campi in primavera con i tulipani e intervallati da mulini a vento. Ma osservando la sua posizione geografica, vediamo che è posizionata al centro europa e i suoi traffici, commerci, legami sono con il Belgio, la Francia, la Germania e il Nord Europa. 
In tre giorni ho visitato Rotterdam, Breda e Eindhoven in un itinerario particolare che non passa da Amsterdam ed è legato al mio amore per il calcio, per l'Olanda degli anni '90 e in particolare al Milan di Rijkaard, Gullit, Van Basten e una gita a trovare un caro amico che è tornato a vivere in Olanda.Rotterdam è una città industriale di oltre 600.000 abitanti, molto ordinata, con piste ciclabili in tutta la città, che è molto legata al porto, fra i più grandi al mondo, il più grande d'Europa. Il nome della città Rotterdam deriva dalla diga (dam) in olandese sul fiume Rotte che si unisce al Nieuwe Maas nel centro della città. Per vedere tutta l'ampiezza del porto, si può prendere un tram fino al centro della città e da lì con la barca Spido, per 10,5 € (prezzo ridotto per i bambini) si può fare una crociera per il porto che dura circa un'ora e che vi spiega in olandese, tedesco, inglese e francese, le fasi di creazione del porto, le principali attività commerciali e vedrete portacontainer provenienti da tutto il mondo. 
Vicino al porto, c'è lo stadio De Kuip della squadra locale il Feyenoord, in cui attualmente milita anche il giocatore italiano Pellè che sta realizzando tanti goal. Vicino allo stadio, si vede la figura della moschea, la più grande d'Europa, con due minareti alti 50 metri dato che dalle ultime rivelazioni l'islam diventerà la principale religione del Paese entro il 2015 per la bassa natalità degli olandesi.
Girando per il porto, si possono vedere i magazzini dove venivano accatastati e distribuite le merci provenienti da tutto il mondo: ci sono i magazzini New York, Las Palmas, Guyana, che ricordano la potenza olandese che nel '600 era la principale compagnia al mondo, rivaleggiando con inglesi, portoghesi e spagnoli per il controllo dei mari. In particolare l'Hotel New York regala un'atmosfera nostalgica con il bar, l'hotel e il barbiere più famoso dell'Olanda che taglia i capelli in modo tradizionale. Ancorata nel porto, c'è anche la nave SS Rotterdam, ammiraglia della società Holland America Line, che ha navigato dal 1955 al 2000, la più grande nave passeggeri mai costruita in Olanda, sulla quale puoi fare una cena romantica con vista sul fiume Maas. Se vuoi fare un altro giro nel porto, prendi il Waterbus o l'Aqualiner dal ponte Erasmusburg fino ad arrivare ai mulini a vento di Kinderdijk e Dordrecht o dove fermarti a fare una pausa e fare una gita in bicicletta per l'Olanda. 
Non avere paura delle salite, il nome Netherlands significa Paesi Bassi e l'Olanda è completamente pianeggiante, per cui ogni olandese ha almeno una bicicletta.
Le statue del cittadino più illustre, Erasmo da Rotterdam campeggiano in tutta la città, che coniuga tradizione e modernità, con grattacieli altissimi tra cui il più alto dell'Olanda, il Delftse Poort (151 m), che ospita la compagnia di assicurazioni Nationale Nederlanden, parte dell'ING Group. Per vedere Rotterdam dall'alto, la migliore esperienza è la torre Euromast, costruita nel 1960 dall'architetto Maaskant e rialzata di 85 metri fino ai 185 metri attuali nel 1970 con la costruzione della Space Tower. Il biglietto costa 10 € ma si possono fare diverse esperienze: anzitutto affacciarsi e godere della vista di Rotterdam, vedendo il porto, lo stadio e tutta la città fino anche a l'Aia (Den Haag in olandese) e Anversa (Antwerp in inglese). Ma all'ultimo piano c'è una sorpresa: ti siedi, il pavimento inizia a salire e sei proiettato in alto nel cielo fino alla massima altezza della torre: questa è la Space Tower che ti permette di godere di una vista meravigliosa. Puoi anche mangiare al ristorante con la vista sul porto, o dormire in una meravigliosa suite se non vuoi lasciare nulla al caso. 
La sera, ti puoi sedere in uno dei ristoranti del centro e sentirti un vero abitante di Rotterdam, provare la cucina olandese o internazionale, ti ritroverai a parlare in una delle tante lingue che potrai utilizzare in questa città internazionale e multiculturale.
ALESSANDRO DELFIORE


Più informazioni su Rotterdam cliccando qui
Thanks to my friend Orlando Van Wijngen to be my guide

Sfoglia marzo        febbraio